Ci siamo conosciuti così…

Non sapevo bene che titolo dare a questo articolo. Chi mi segue su Instagram sa che non sono una fidanzata molto romantica ma dopo le varie domande sull’argomento e infine il sondaggio che ho fatto ho constatato che siete curiose di saperne di più. Quindi ora vi accontento!

uno dei primissimi selfie hahaha

Mi ero appena separata da mio marito e avevo affittato un appartamento nel mio paese natale mentre lui era rimasto a vivere nella svizzera tedesca. Non eravamo ancora divorziati ma sapevamo che il prossimo passo sarebbe stato quello.

Spesso andavo a passeggio con i bambini o a fare la spesa e siccome è un paesino molto piccolo incontravo spesso Angelo per strada. Devo dire che di vista lo conoscevo, anche perchè di vista ci si conosce tutti, ma non ci avevo mai parlato, anzi, non è che avevo una grande considerazione di lui. Lo trovavo molto strano sinceramente.

 

 

In questa fotografia gli avevo appena mostrato il test di gravidanza positivo!

Un giorno mentre passavo mi ha salutata e mi ha chiesto il numero di telefono, così dal nulla. Giuro che non avevo capito che ci stesse provando con me, pensavo che volesse prenotare una ceretta o una pulizia del viso! Come sapete io non mi ricordo mai niente che abbia a che fare con numeri e ho risposto che il mio numero di telefono non lo sapevo a memoria e non lo avevo nemmeno con me in quel momento. Stavo andando via quando mi ha chiesto il mio Cognome (ho pensato; questo è scemo!).

Ho risposto: Pestana, perchè?

Lui ha mormorato qualcosa, non ho capito e sono andata via perplessa.

La sera stessa dopo che ho messo i bambini a dormire ho aperto Facebook e ho visto una sua richiesta d’amicizia. Non ho accettato perchè avevo paura che poi i miei parenti e conoscenti pensavano che io avessi qualcosa con lui, così dopo un po’ di giorni mi ha scritto se uscivo con lui a bere un caffè. Io gli ho risposto di no ma abbiamo cominciato a parlare su Facebook. Un po’ di tempo dopo mi ha richiesto se uscivo con lui e io ho risposto di no. Alcuni mesi dopo sono partita e sono andata a vivere a Lisbona. Ci scrivevamo comunque tutti i giorni e dopo un po’ mi ha chiesto se potevamo vederci su Skype ma io non volevo perchè le videochiamate mi mettono molto a disagio. Dopo un altro po’ di tempo mi ha chiesto se poteva venire a trovarmi in Portogallo. All’inizio ho detto di sì, a patto che lui fosse andato in albergo ma poco dopo ci ho ripensato e gli ho detto che non era il caso.

 

in questa foto ero incinta all’ottavo mese 🙂

Dopo due anni che ci sentivamo solo sui social io sono ritornata in Svizzera e lui si è offerto di venire a prendermi in aeroporto ma io ho rifiutato.

Appena sono arrivata alla stazione di Poschiavo chi mi ritrovo davanti? LUI! Ancora oggi nega di essersi appostato li ad aspettarmi ma non so se credergli…

Da quel giorno ha continuato a scrivermi sempre ed insistentemente di uscire e io trovavo mille scuse: mal di pancia, febbre, bambini…impegni vari eccetera. Così lui alla fine si è presentato sotto casa dei miei genitori e ho dovuto per forza scendere di sotto.

Mi ricordo che era una notte freddissima, ci siamo seduti su una panchina e abbiamo parlato. Mi ricordo che mi batteva il cuore fortissimo e in quel momento ho capito che forse non mi era indifferente. Ricordo che abbiamo riso tantissimo e mi è sembrato di conoscerlo da sempre.

Alla fine ho detto: Ti rendi conto che non sono sola? io ho due bambini piccoli.

E lui mi ha risposto: Sono sicuro che mi innamorerò dei tuoi bambini come sono innamorato di te.

Da quel giorno siamo stati sempre insieme. E ogni giorno di più abbiamo scoperto di essere tanto simili in tutti i progetti di vita importanti. Così abbiamo deciso di costruire la nostra famiglia.

Archivi

Lascia un commento