Dall’Italia a New York: La storia di Deborah, una mamma super Hippie!

Dall’Italia a New York: La storia di Deborah, una mamma super Hippie!

AMORE! CHE NE DICI SE CI TRASFERIAMO A NEW YORK?

Quando improvvisamente tutto cambia.
Una scelta da prendere accompagnata da mille dubbi e paure.
Ma quando si e’ uniti, tutto diventa piu’ facile.
Prediamo il nostro aereo, i biglietti sono pronti.
#DESTINAZIONENEWYORK

__________________________________________________________________________________

Fermati un attimo. Chiudi gli occhi. Cosa vedi? Cosa senti?

Io vedo grattacieli altissimi quasi da coprire il cielo, vedo gente, tanta gente di diverse etnie che si mescola insieme, vedo luci e maxi schermi che ti abbagliano…
Io sento il rumore dei clacson delle macchine, sento l’odore tipico della città, il profumo invitante delle noccioline caramellate e degli hot – dogs…

“A wanna wake up in a city that never sleeps” ed eccomi qui, a New York.

Se vi dico che mai nella mia vita avrei pensato di lasciare la mia casa in Italia per vivere a New York ci credereste?!

Non corriamo troppo!

Mi presento, sono Deborah ho 26 anni, italiana e mamma da pochissimo EXPAT.
Sono molto creativa, soprattutto per quanto riguarda il mondo digitale e fotografico, solare e molto sensibile.
Difetti?! Molti! Al primo posto della classifica di certo spicca la testardaggine e la permalosità.
Il mio colore preferito e’ il rosa, anche se dal 26 di Luglio di quest’anno, la mia vita si e’ colorata magicamente d’azzurro per l’arrivo del mio dolcissimo bimbo Ethan.

Vivo in America, precisamente a Jersey City, da ormai due anni.
Quando eravamo in Italia, non ancora sposati, mio marito ha ricevuto un importante opportunità di lavoro e di crescita professionale qui in America.
Immediatamente abbiamo pensato che era un treno o meglio un aereo che non potevamo perdere!
Il 2 Luglio 2016 ci siamo sposati e mi viene da ridere pensando che ho organizzato tutto in 3 mesi. Che corsa contro il tempo!
Pensate, quando con mia mamma sono andata in un negozio per trovare l’abito da sposa, ho dovuto sceglierlo il giorno stesso, altrimenti non avrebbero fatto a tempo a confezionarlo per la data stabilita.
Per fortuna ho trovato immediatamente quello che mi ha fatto battere il cuore!

 

I primi mesi dopo il trasferimento dall’Italia non sono stati facili per me, diciamolo chiaramente, se per molti il vivere a NYC e’ sempre stata un sogno, per me non lo era per nulla!
Da un lato avevo molta paura, dall’altro invece sentivo che era la scelta giusta per tirar fuori tutta la Deborah che avevo in me.
Perché è risaputo, certe esperienze ti fortificano!
E cosi e’ stato!
Mi sono fatta coraggio, e piano piano ho affrontato la grande e nuova realtà che mi circondava.
In poco tempo ho trovato un lavoretto. Per alcuni mesi ho fatto la babysitter di due dolcissimi bimbi in una famiglia italiana.
E’ stata un’opportunità non da poco, in quanto mi ha aiutata ad uscire da casa, prendere confidenza con i mezzi pubblici e soprattutto con l’ambiente.
Inoltre, avevo la possibilità di riempire le mie giornate nel fare qualcosa che mi piaceva, ovvero stare con i bambini.

 

Penso infatti, non ci sia cosa più bella e sincera del sorriso del bambino.
Ed ora che sono mamma, vedendo la felicita’ negli occhi del mio bimbo e’ ancora più gratificante.

 

Com’e’ vivere a NYC?

Di certo, emozionante ed eccitante.
Rimango stupita e affascinata ogni giorno della grandiosità di questo posto.
Tutto, davvero tutto qui e’ in formato MAXI!
Vai al supermercato, trovi lo stesso articolo in 3 diverse misure o capacita’.
Sapete dirmi se in Italia, esiste un collutorio da 1 L?! Beh, qui si!
A proposito di supermercati e cibo, posso dire che da italiana molte volte e’ difficile trovare dei prodotti di qualità e quanto più possibile simili a quelli italiani.
La maggior parte delle volte infatti, soprattutto per quanto riguarda la ristorazione, decantano il fatto di servire piatti originali italiani, costosi e poi….
Ristorante Italiano, e poi nel menu ti ritrovi il piatto chiamato CHICKEN PARMISAN ( spaghetti al pomodoro con parmigiano con sopra una cotoletta di pollo) che di italiano non ha nulla.
Vabbe’, ne ho concluso che gli americani hanno uno strano e contorto concetto di italianità.

Vivere a NYC ti da’ la possibilità’ di sperimentare molte cose diverse.
Volete rilassarvi e godervi il sole? Ebbene ci sono tantissimi parchi ed aree verdi dove poter stendere un telo, fare un pick-nick e giocare con i propri bimbi.
Siete appassionati dei musei? Qui ce ne sono tantissimi e per tutti i gusti! Vicino a casa mia ce n’e’ pure uno stupendo a misura di bambino, con tantissime attività ludico-scientifiche per far divertire i bambini in una giornata di pioggia.
Amanti della vida loca? Quanti locali e rooftop da togliere il fiato ci sono qui!
Un ammonimento, Attenti al portafoglio! Qui in America i cocktail costano molto di più che in Italia.

Essere una mamma a NYC?

SPECIALE.

Perché ho provato l’esperienza nuova del parto in America, quindi capire cosa succede qui e come sono organizzate le strutture ospedaliere confrontando il tutto con l’Italia.
Se un giorno torneremo in Italia Ethan essendo nato qui ha ottenuto la cittadinanza americana quindi porterà sempre con sé un pò di America.
Avrà inoltre la possibilità di provare molte esperienze importanti già da piccolo, come il suo primo vola intercontinentale quando torneremo in Italia ad Ottobre.
Senza parlare della lingua straniera! Saprà parlare italiano e inglese perfettamente, che fortuna!

 

 

Ma anche DIFFICILE.

La distanza da casa, quindi da chi ti può aiutare nel momento del bisogno soprattutto ora con un bebè é notevole quindi non ti rimane altro che rimboccarti le maniche e cavartela da sola e contare sull’unico appoggio fisico che hai, nel mio caso il marito.
I rapporti diventano esclusivamente digitali. Il trovarsi con amici e parenti è sempre veicolato dallo smartphone o dal pc grazie alle videochiamate.
Ho festeggiato ben due miei compleanni tenendo i parenti collegati da cellulare mentre spegnevo le candeline sulla torta.

Poi, inutile dire che tutte le scelte che si fanno nella vita hanno giustamente dei pro e dei contro. Sta a noi poi prendere la strada, o il treno migliore!

Quante cose avrei ancora da raccontarvi, ma di certo non posso far diventare questo articolo un libro autobiografico!

 

 

Quello che mi resta da fare è invitarvi a seguirmi nel mio profilo IG ( _deborahmares )e nel mio canale Youtube DebeeMama ( https://www.youtube.com/channel/UCPrcVEvla3p44Nz-Oy5VRxg?view_as=subscriber ) dove avrete la possibilità di vedere NYC attraverso i mie occhi e ancora conoscermi meglio.

Se avete qualche curiosità oppure avete pianificato un viaggio nella Grande Mela e vi serve qualche consiglio scrivetemi, VI ASPETTO TUTTI/E!

Ringrazio tantissimo Alexandra Pestana, the_hippie_mommy per questa stupenda occasione di raccontarmi!

Forse ti interessa anche Un viaggio nel paese delle meraviglie: L’Irlanda!

Archivi

Lascia un commento